170

Umani #1

.

Solipsisti inconsapevoli

con i dovuti freni a mano amiamo,

giocando a dosare la nostra essenza

con bilance tarate sull’egoismo.

Distillati in pochi individui

-residui di severe selezioni-

sgoccioliamo con parsimonia

nell’anfora dell’intimità.

.

Stipati in noi stessi dimentichiamo

l’appalto all’altrui appartenenza.

Dimentichi dei fondamenti

stipiamo di tic irrefrenabili

le cantine e poi ci stupiamo

dei cedimenti strutturali.

171

Umani #2

 

Accaniti masturbatori

scordiamo il piacere dell’abbandono,

la scoperta di nuovi appartamenti

con altre stanze da esplorare.

.

Esploratori dei nostri orifizi

ricerchiamo nelle nostre narici

palliativi alla solitudine,

impegnando energie in gesti

provvisoriamente soddisfacenti

-senza indagare le radici

del malessere dilagante

e risparmiandoci la confidenza.

175

Il pomeriggio di studio

 

 

Favorito è il pomeriggio di studio

dal tempo che incerto e livido

costringe sui libri al riparo

da umori grigi come il cielo

riflesso sui nostri tetti appuntiti.

.

Se ci fosse il sole i nostri pensieri

vorrebbero volare fuori

a rincorrerne i chiari raggi

frantumandosi gli arti contro

il vetro delle finestre serrate.

.

Questo tempo coperto ci protegge

dal ferire i nostri pensieri,

dal coltivare ispirazioni;

ci costringe a tenere gli occhi

sui nostri mestieri senza lamenti.

.

Eppure il mio umore impazzisce chiuso

nella stanza-scatoletta

e divento molesta come

quando mi ubriaco di emozione

.

(e non so come distruggerla)

(e la scaglio via con violenza)

.

incurante dei passanti innocenti.

m’arte

15

Genetica

Non lascerò che il loro sangue scorra

ancora per molto nelle mie vene.

Newer entries » · « Older entries