132

La corsa

CORREVA STRETTO NELLA VECCHIA TUTA

CORREVA SOTTO LA PIOGGIA INCESSANTE

SENZA QUASI DISTINGUERE LA STRADA

LA TESTA NEL CAPPUCCIO DELLA FELPA

.

CORREVA VELOCE SU UN’AUTOSTRADA

CORREVA CALPESTANDO LA MUSICA

SENZA QUASI SENTIRE I SUOI PENSIERI

IL PULSARE IMPAZZITO DELLE CUFFIE

.

CORREVA SOTTO IL SOLE ASPRO DI GIUGNO

CORREVA CON LE SUE SCARPE CONSUNTE

SENZA QUASI SAPERE DEL SUO ESSERE

SULLA BATTIGIA PULITA E FRIZZANTE

.

CORREVA DISPERATO PER L’AMORE

CORREVA LIBERANDO ENERGIE FURIBONDE

SENZA QUASI DIRIGERE I SUOI PASSI

TRAVERSO IMPERVIE ROTTE CEREBRALI

.

CORREVA SUL FILO DEL LUNGO RASOIO

CORREVA SULLE LINEE IMMAGINARIE

SENZA QUASI IMMAGINARE L’ARRIVO

L’EQUILIBRIO PERSO DALLA PARTENZA

.

CORREVA GRONDANDO SUDORE FREDDO

CORREVA FIERO DELL’IMPRECISIONE

SENZA FARSI PIÙ SCALFIRE DAL GELO

SENZA PIÙ SENSI DI COLPA. CORREVA


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: